Suggerimenti pratici: gli urologici “anziani” dicevano che la prostata deve essere operata quando “matura” intendendo con questo che molto spesso non vi è nessuna urgenza di dovere eseguire un intervento (chirurgico o endoscopico che sia) perchè molto spesso o quasi sempre una buona terapia medica riesce a controllare adeguatamente i fastidi legati all’ingrossamento. Quando questi non sono ben controllati o lo svuotamento vescicale avviene in modo parziale vi può essere l’indicazione all’intervento.

 
 
 
 
 

Per motivi che spesso esulano dalle corrette indicazioni  (la sanità cambiata da regole di opportunismo o convenienza (leggi diritto di vita, diritto di morte) )  vie è molta “fretta” nel consigliare un intervento che deve essere sempre ben ponderato. Così come al contrario può accadere che sottovalutare un consiglio ad un intervento per la prostata possa determinare complicanze di un certo impegno.